Informazioni utili

Da: domenica 7 giugno 2020A: sabato 20 giugno 2020Durata: 14 o 17 giorni

Estensione iniziale da: giovedì 4 giugno 2020

Guida: Alessandro ZuzicPartecipanti: massimo 12

 

Il viaggio porta tra i monti del Vietnam settentrionale dove prosperano le etnie che nei secoli hanno difeso la propria autonomia dalle ingerenze esterne creando un ambiente rurale unico al mondo, terrazzando i ripidi pendii per coltivare il riso ed ornando l’orizzonte con i bei villaggi tradizionali, armoniosamente inserti nel contesto naturale. Il tour si svolge nel momento più pittoresco dell’anno, quando le terrazze sono ricche d’acqua ed offrono le intense sfumature dei raccolti che germogliano. Si toccano tutti i punti più spettacolari, dal monte Fan Si Pan all’altopiano di pietra del Parco Geologico, arrivando fino al lago di Ba Be ed alle cascate di Ban Gioc con le grotte di Nguom Ngao. Si visitano diversi villaggi per un incontro con le cordiali persone delle etnie H’mong, Dao, Thai e Tay, arrivando con dei semplici percorsi a piedi in luoghi che conservano appieno la qualità di una vita fuori dal tempo. E si avrà anche l’opportunità di visitare uno splendido mercato rurale.

 

Tappe

Mappa del percorso - per l'itinerario interattivo cliccare sopra

 

 

Mercato locale

Mercato locale

Ninh-Binh

Ninh-Binh

Passo di Mai Pi Leng

Passo di Mai Pi Leng

 

È prevista un’estensione al viaggio, che si svolge prima del percorso principale, che porta a Ninh Binh ed alla Baia di Halong.

Accompagna il viaggio Alessandro Zuzic, fondatore di Amitaba, che si avvale della collaborazione di una guida locale che parla l’italiano. Si prevede un massimo di 12 partecipanti.

Il programma inizia dalla capitale Hanoi, una città che presenta un particolare insieme, dal fascino del Quartiere Vecchio con l’architettura coloniale francese all’austerità della storia recente, il cui emblema più forte è forse il mausoleo di Ho Chi Minh, ed offre anche l’interessante vivacità della vita quotidiana. Si parte da qui con un pulmino privato che si utilizza per l’intero percorso fino al rientro, seguendo un itinerario studiato in ogni dettaglio, come si legge nel programma, per offrire un’esperienza bella ed il più possibile completa di questo incredibile angolo del mondo, che include un contatto con le persone che lo popolano.

 

NINH BINH E BAIA DI HALONG

L’estensione iniziale porta a Ninh Binh nel delta del Fiume Rosso, una delle aree più evocative del Vietnam dove, tra corsi d’acqua contornati da bucoliche risaie ed ardite formazioni calcaree, che rivelano anche delle grotte, sorge Hoa Lu, l’antica capitale annoverata tra i siti storici più interessanti del Paese. Da qui si raggiunge la celebre Baia di Halong, dove si trovano circa duemila isolette carsiche a picco sulle acque azzurre, e la si esplora con una crociera a bordo di un lussuoso battello tradizionale.

 

Bac Ha

Bac Ha

Hanoi incensiere

Hanoi incensiere

Bac Ha, giovane donna

Bac Ha, giovane donna

 

Nota tecnica

Il viaggio si svolge nel momento dell’anno in cui nelle zone di montagna, e soprattutto tra i terrazzamenti del riso, si godono i colori più belli. Il periodo corrisponde all’inizio della stagione delle piogge (i mesi più piovosi sono luglio ed agosto, quindi dopo il periodo del viaggio), quando si ha un clima piuttosto caldo e possibilità di precipitazioni soprattutto alla sera. Ad Hanoi le temperature medie previste vanno da una minima di 27 ad una massima di 33 gradi, mentre a Cao Bang, la località più grande nel nord, si hanno da 24 a 32 gradi, ed a Sapa, nel cuore dei monti, da 17 a 23. Per i trasferimenti si utilizzano confortevoli mezzi moderni dotati di aria condizionata e la crociera nella Baia di Halong si svolge con un ottimo vascello tradizionale che dispone di cabine dotate di servizi. Gli hotel sono di buona qualità; solo in quattro delle località remote a Muong Lo, Mu Cang Chai, Ha Giang e Ba Be è necessario utilizzare sistemazioni più spartane di cui tre prive di bagno privato (a Ba Be è piccolo, ma c’è), ed in particolare si segnala che a Ha Giang ci si deve adattare a dormire in una stanza comune su materassi con coperte e zanzariere; è quindi necessario portare con sé un sacco lenzuolo. Si consiglia di portare anche un repellente per le zanzare, che non abbondano ma sono presenti, ma senza problemi di malaria.

La cucina locale è varia ed interessante da scoprire, adatta anche ai vegetariani.

 

Mausoleo di Ho Chi Minh

Mausoleo di Ho Chi Minh

Hanoi

Hanoi

Hanoi

Hanoi

 

 

PROGRAMMA DEL VIAGGIO

ESTENSIONE INIZIALE: NINH BINH E BAIA DI HALONG

1°g. Giovedì 4 giugno, partenza per Hanoi Per raggiungere Hanoi si possono scegliere diverse compagnie aeree e Amitaba può prenotare quella preferita dai viaggiatori; il volo suggerito, che fa da riferimento per i servizi di trasferimento offerti, è quello della Singapore Airlines con partenza da Milano Malpensa per Bangkok alle 14.05 e da Roma Fiumicino per Bangkok alle 13.55.

2°g. 5/6 Arrivo a Hanoi L’arrivo a Bangkok da Milano è previso alle 5.5 e da Roma alle 5.45. Da qui si parte alle 7.45 per Hanoi con arrivo alle 9.35, dove è in attesa il corrispondente vietnamita di Amitaba; trasferimento con auto privata all’hotel Le Carnot (3*) o similare. Il resto della giornata è a disposizione per iniziare a scoprire la capitale del Vietnam, città con più di mille anni di storia che conserva tratti delle antiche mura e diversi quartieri con un’architettura coloniale francese, che rievocano l’epoca in cui fu una delle più belle città dell’Indocina francese.

3°g. 6/6 Hanoi - Hoa Lu - Tam Coc - Ninh Binh Si parte verso sud per l’estremità meridionale del delta del fiume Rosso, in direzione di Ninh Binh (110 km di strada). Lungo il percorso si sosta al villaggio di Xuan La, dove si incontrano gli artigiani che producono un famoso giocattolo tradizionale chiamato To He, ovvero delle figurine colorate modellate con la carta di riso: chi vorrà potrà anche cimentarsi nel farne uno, o semplicemente sorseggiare il tè offerto dal padrone di casa. Si prosegue per Hoa Lu, uno dei siti storici più importanti del Paese che ne fu la capitale durante il X secolo, dove si visitano i templi dei re Dinh Tien Hoang e Le Dai Hanh. Da qui ci raggiunge la stupenda area conosciuta anche come la “Baia terrestre di Halong”, per via del paesaggio evocativo formato da ripide e tondeggianti formazioni carsiche che qui sono circondate da risaie, anziché dal mare, che si ergono coperte di morbida vegetazione tra i fiumi serpeggianti. Nel pomeriggio si fa una gita panoramica con una sampan, la barca tradizionale vietnamita a remi, per scoprire le grotte di Tam Coc e le “tre lagune” della baia di Ninh Binh. Tutta la zona è stata iscritta dal 2014 tra i Patrimoni dell’Unesco col nome di Complesso di Trang An. Cena e pernottamento a Ninh Binh presso l’hotel Ninh Binh Hidden Charm (4*) o similare.

4°g. 7/6 Ninh Binh - Halong Seguendo un percorso che si snoda attraverso belle aree rurali si parte per la baia di Halong, Patrimonio dell’Unesco (4 ore di strada - 170 km), il cui nome in significa “drago discendente”. Secondo la leggenda, infatti, per aiutare i vietnamiti a difendere il loro Paese gli dei inviarono una famiglia di draghi come protettori ed il luogo dove mamma drago discese fu proprio Halong. Qui prima di pranzo ci si imbarca per una crociera su una lussuosa giunca tradizionale costruita in legno (la Regina Royal o simile), che abbina la bellezza classica col moderno comfort, dove si dispone di cabine private dotate di servizi dove si pernotta. Navigando attraverso la baia si resta impressionati alla vista di maestose rocce calcaree che sporgono da acque azzurre: vi sono circa duemila isolette ricoperte da fitta vegetazione che sovente nascondono enormi grotte ed hanno nomi che derivano dalla loro forma, come Elefante, Scimmia, Tetto, Artiglio.

5°g. 8/6 Halong - Hanoi Chi decide di alzarsi presto potrà ammirare la magia di Halong con la luce dell’alba, quando spesso la foschia delle prime ore del giorno rende l’insieme ancora più misterioso ed affascinante. Utilizzando una tradizionale sampan si sbarca raggiungendo le grotte più importanti della baia. Si torna quindi all’imbarcadero e da qui si parte in direzione ovest con un mezzo privato per Hanoi, che dista 160 km, un tragitto che richiede meno di 3 ore. Si alloggia nel medesimo hotel utilizzato all’arrivo, dove ci si incontra con chi arriva dall’Italia per seguire il programma principale.

 

PARTENZA PER CHI SEGUE SOLO IL PROGRAMMA PRINCIPALE

1°g. Domenica 7 giugno, partenza per Hanoi Per raggiungere Hanoi si possono scegliere diverse compagnie aeree e Amitaba può prenotare quella preferita dai viaggiatori; il volo suggerito, che fa da riferimento per i servizi di trasferimento offerti, è quello della Singapore Airlines con partenza da Milano Malpensa per Bangkok alle 14.05 e da Roma Fiumicino per Bangkok alle 13.55.

2°g. 8/6 Arrivo a Hanoi L’arrivo a Bangkok da Milano è previso alle 5.5 e da Roma alle 5.45. Da qui si parte alle 7.45 per Hanoi con arrivo alle 9.35, dove è in attesa il corrispondente vietnamita di Amitaba; trasferimento con auto privata all’hotel Le Carnot (3*) o similare. Il resto della giornata è a disposizione per iniziare a scoprire la capitale del Vietnam, città con più di mille anni di storia che conserva tratti delle antiche mura e diversi quartieri con un’architettura coloniale francese, che rievocano l’epoca in cui fu una delle più belle città dell’Indocina francese. Nel corso della giornata giungono in hotel l’accompagnatore italiano ed i partecipanti già giunti in Vietnam per seguire l’estensione iniziale.

 

PROGRAMMA PRINCIPALE

3°g. o 6°g. (9/6) Hanoi Giornata dedicata alla visita della città: ci si reca al Tempio della Letteratura dedicato a Confucio ed ai Letterati (costruito nel 1070, divenne la prima Università Nazionale Reale in Vietnam nel 1076), poi al mausoleo di Ho Chi Minh, un luogo di pellegrinaggio per i vietnamiti, che conserva il corpo imbalsamato del leader rivoluzionario che giocò un ruolo chiave nella guerra che portò poi all’indipendenza ed alla fondazione della Repubblica Democratica del Vietnam. Si prosegue con la Casa o Palafitta di Ho Chi Minh, costruita nel 1958 con i migliori materiali di legno e circondata da frangipani e alberi di banyan, dove visse il leggendario leader. Nel pomeriggio: visita del museo Etnografico, del lago di Hoan Kiem nel centro di Hanoi, del tempio di Ngoc Son e dei vecchi quartieri della città. In serata è prevista la partecipazione ad uno spettacolo delle marionette sull’acqua, un’arte particolare del Vietnam.

4°g. o 7°g. (10/6) Hanoi - Muong Lo (o Nghia Lo) Partenza verso Muong Lo, situata 192 km a nord ovest di Hanoi, un percorso di quasi 5 ore. Allontanati dalla città i panorami che si godono sono bellissimi, con i terrazzamenti delle risaie ed i tipici idro-allevamenti, le zattere di bambù e le case tradizionali in legno dei villaggi delle etnie H’mong, Dao (o Yao) e Thai. Sul percorso si sosta a Thu Cuc per visitare una piantagione di tè e si pranza in un ristorante locale. Nel pomeriggio si arriva a Muong Lo, capitale dell’etnia Thai, in una regione ricca di risaie ed orti, con i tipici villaggi con le case tradizionali di legno e bambù che sorgono ai piedi delle montagne. Qui da oltre 700 anni i Thai coltivano il riso e in tutto il nord ovest del Vietnam la zona è tra le più importanti per la sua produzione. Una breve passeggiata ci offrirà un primo approccio con la cultura e la vita quotidiana degli abitanti. Cena e pernottamento nella tipica abitazione di una famiglia locale.

5°g. o 8°g. (11/6) Muong Lo – Tu Le - Mu Cang Chai Proseguendo in direzione nord ovest lungo la strada che si snoda tra i monti della catena del Hoang Lien Son si arriva nella località di Tu Le (50 km, circa un’ora e mezza). In questa zona si segue un percorso a piedi che con circa un’ora e mezza di cammino attraverso le terrazze di riso porta tra i villaggi delle etnie Thai e H’Mong. S’incontra la gente in abiti tradizionali che offre ai visitatori una calorosa accoglienza; tra le peculiarità del luogo, è l’unico dove ragazzi e ragazze naturisti fanno il bagno insieme nel fiume. Si pranza a Tu Le e da qui si continua verso il passo di Khau Pha, visitando il villaggio di La Pan Tan. Superato il valico, di 1550 mt, si entra nella regione di Mu Cang Chai, un villaggio posto a 930 mt di altezza che è considerato la capitale delle risaie del Vietnam, situato 35 km ad ovest di Tu Le. Il paesaggio è unico al mondo, con le valli ben coltivate e le montagne con i tipici terrazzamenti di riso. Si pernotta in un hotel locale.

6°g. o 9°g. (12/6) Mu Cang Chai – Sapa - Bac Ha Si lascia il villaggio in direzione nord seguendo il bordo occidentale del Parco Nazionale del Hoang Lien, e se ne contorna quindi il lato settentrionale arrivando dopo 142 km di strada (meno di 4 ore) al passo di O Quy Ho (2014 mt), da dove se è limpido si ammira la vetta del Fan Si Pan (3143 mt, il punto più alto del Vietnam); le panoramiche di questa zona sono leggendarie. La discesa dal passo porta a Sapa (17 km), un paese che per questa area è piuttosto grande, conta circa 9000 abitanti, oggi diventato una meta piuttosto frequentata dal turismo. Si continua da qui per Lao Cai, al confine con la Cina, e quindi si procede verso est arrivando nella località di Bac Ha (119 km dal passo, poco più di 3 ore), dove si visita il palazzo di Hoang A Tuong. Pernottamento presso il semplice Cong Fu hotel o simile.

7°g. o 10°g. (13/6) Bac Ha - Mercato di Can Cau – Hoang Su Phi - Pan Hou Partenza la mattina presto per Can Cau (20 km) lungo una panoramica strada che porta a nord verso il confine con la Cina. Oggi si tiene il mercato locale, che colpisce per i colorati e fotogenici ritratti di vita locale, un luogo di incontro delle etnie H’Mong Fioriti, Dzao, Nung, Tay e Phu La che vivono nei villaggi limitrofi. Le donne, molte col proprio piccolo sulle spalle dentro a una sorta di marsupio, oppure cariche di grandi gerle contenenti le loro merci, fanno sfoggio dei propri costumi coloratissimi e si scambiano chiacchiere, pettegolezzi, grandi risate e contrattazioni in mezzo a tavole imbandite. Passeggiando tra le bancarelle si trova di tutto, dalle verdure al bestiame, dalle stoffe alle bambole colorate, dalle borse fatte a mano ai copricapi, dagli scialli multicolori ai gioielli tradizionali in argento. Si vedono donne H’Mong coi tradizionali abiti e copricapi neri, adornate con splenditi gioielli d’argento, donne di etnia Dzao, riconoscibili dai copricapi rossi e dalle sopracciglia rasate in segno di bellezza, che vendono ai visitatori piccoli oggetti di artigianato locale, gioielli, braccialetti e tessuti tradizionali; in sintesi, una miriade di persone interessanti. Nel pomeriggio, dopo un pranzo in un ristorante locale, si prosegue il viaggio verso est a ridosso del confine cinese per Hoang Su Phi (78 km, quasi 3 ore), dove si dedica un’oretta ad una bella passeggiata per visitare Ban Luoc, un villaggio della comunità etnica Tay. Da qui si procede per un tratto a sud (27 km) per an Hou, dove si alloggia presso il Pan Hou Eco Lodge, un remoto e bucolico luogo di relax.

8°g. o 11°g. (14/6) Pan Hou – Ha Thanh - Ban Lup - Ha Giang Si lascia Pan Hou per raggiungere in direzione nord est il villaggio di Ha Thanh (78 km, circa due ore e mezza), dove si fa un tranquillo giro a piedi (circa due chilometri), anche qui in un ambiente di bellezza bucolica, poco lontano dal confine cinese. Cena e pernottamento a Ha Giang, a breve distanza da Ha Thanh, presso la Mr Toi, una tipica casa del luogo dove, come segnalato nella Nota Tecnica, si dorme in una stanza comune su materassi con coperte e zanzariere.

9°g. o 12°g. (15/6) Ha Giang - Meo Vac Partenza verso nord est per Meo Vac, attraverso una delle più belle contrade dell’itinerario: la regione confinante con la Cina popolata dalle etnie H’Mong e Tay conosciuta come “l’altopiano di pietra del Vietnam”, dove è ubicato lo scenografico Parco Geologico Nazionale. Si inizia verso nord arrivando dopo 47 km al passo di Quan Ba (circa 1500 metri), conosciuto come il “Portale del Paradiso” perché si apre sul plateau di Dong Van. Proseguendo, si incontrano le valli lussureggianti di Yen Minh, con spettacolari risaie terrazzate e pacifici villaggi annidati ai piedi delle colline, e, proseguendo verso nord ed arrivando vicinissimi al confine con lo Yunnan cinese, si visita il palazzo del re H'Mong Vuong Chi Sinh, costruito nel 1914. Oltre, si visita la cittadina di Pho Bang, dove risiedono sia etnici cinesi che gli H’Mong, e vi si ammirano le case tipiche e si osserva la loro vita quotidiana. Completa la giornata la salita al passo di Ma Pi Leng (anche questo di circa 1500 mt), dove si resta particolarmente colpiti dallo spettacolo surreale dei pinnacoli rocciosi, in una zona dove si visitano brevemente i villaggi locali; questo è ritenuto il tratto di strada più stupefacente di tutto il Vietnam per i superbi panorami sulla valle del fiume Nho Que e le centinaia di monti in pietra calcarea che troneggiano tutt'intorno. Oltre il passo si arriva a Meo Vac (in tutto 180 km, 5 ore circa più le soste), dove si alloggia presso l’Auberge de Meo Vac, una casa tradizionale della tribù H’Mong in stile montano dello Yunnan, che un tempo è appartenuta ad un signore dell’oppio, dove si segnala che i bagni sono in comune.

10°g. o 13°g. (16/6) Meo Vac - Ba Be Si parte in direzione sud per il Parco Nazionale di Ba Be, che dista 230 km, un tragitto che può richiedere fino a 8 ore di viaggio. Questo parco, che si estende per 23.000 ettari ed ospita 550 specie di piante e 300 specie di animali selvatici, prende il suo nome dai tre laghi collegati tra loro che ne costituiscono la parte centrale. Su queste superfici lacustri vivono, utilizzando tipiche case su palafitta, dei membri dell’etnia dei Tay. A meridione del parco si visitano le grotte di Hua Ma, una delle bellezze naturali più conosciute di Ba Be, un complesso lungo circa 800 mt con un sentiero che conduce alla caverna più alta (50 mt), ornata da stalattiti e stalagmiti. Si alloggia presso la locanda di Ban Pac Ngoi (o simile).

11°g. o 14°g. (17/6) Ba Be - Cao Bang Con una passeggiata di circa mezz’ora attraverso la fitta foresta pluviale si arriva al molo dove ci si imbarca per una crociera sulle chiare acque del Ba Be, che è il più grande lago naturale della regione montuosa dell’Indocina, circondato da alti e scoscesi monti coperti da fitte foreste ricchi di cascatelle ed alla congiunzione delle sue tre parti si trova l’isoletta di Po Gia Mai (l’isola “della Vedova”), un luogo coperto di leggende. Prima di lasciare la barca e ritrovare il veicolo si raggiunge la Grotta di Puong, una cavità naturale con un fiume interno navigabile. Dopo pranzo partenza per Cao Bang, situata 136 km ad est del Parco, un viaggio di circa 4 ore; si alloggia presso il Sunny Cao Bang Hotel (3*) o similare.

12°g. o 15°g. (18/6) Cao Bang – Ban Gioc e Nguom Ngao - Lang Son Da Cao Bang si percorrono 85 km verso est (circa due ore e mezza) lungo una strada tortuosa che attraversa paesaggi magnifici e porta alle cascate di Ban Gioc al confine con la Cina. Sono le più grandi e forse le più belle del Vietnam, alimentate dal fiume Quay Son, che costeggia la Cina lungo il suo percorso; si raggiungono con una piacevole passeggiata che richiede circa 200 metri di dislivello. Dopo un giro sotto le cascate a bordo di una piccola barca in bambù ed un picnic, ci si dirige nei pressi a Nguom Ngao, enormi grotte di 3 km di lunghezza con forme spettacolari e formazioni di stalattiti, dove ci si addentra per un breve tratto. Completata l’esplorazione si parte in direzione sud per Lang Son, che da qui dista 186 km, un viaggio di circa 5 ore. A Lang Son si alloggia presso l’hotel Muong Thanh Lang Son (3*).

13°g. o 16°g. (19/6) Lang Son – Hanoi e volo di rientro Si parte in direzione di Hanoi dove ci si reca direttamente all’aeroporto (che da qui dista 174 km, circa 4 ore) per imbarcarsi sul volo internazionale di ritorno. Il volo della Singapore Airlines parte alle 20:45 con arrivo a Bangkok alle 22:35.

14°g. o 17°g. Sabato 20 giugno, arrivo a destinazione Si riparte da Bangkok per Milano Malpensa alle 0.40 con arrivo alle 7.35 o per Roma Fiumicino alle 0.20 con arrivo alle 6.50. Per gli orari di altri collegamenti contattare Amitaba.

 

 

COSTO DEL VIAGGIO

€ 2350; + € 100 dopo il 15/4/’20 - Minimo 2 e massimo 12 partecipanti

Estensione a Ninh Binh ed alla Baia di Halong: € 450

La quota comprende: le spese di iscrizione, le Polizze Assicurative di viaggio (Viaggi rischio zero e polizza Base Europ Assistance – su richiesta, su E. A. possono essere estesi i massimali con un costo di € 70 ed emessa la Polizza di Annullamento, che costa 4,8% del valore del viaggio se emessa al momento dell'iscrizione o il 6,5% se emessa successivamente entro i 15 giorni dalla data di partenza del viaggio), i trasporti ad esclusione dei voli internazionali, la pensione completa tranne ad Hanoi dove è inclusa solo la colazione e ad esclusone dei pranzi dell’8/6 (termine estensione) e del 19/6 (giorno di rientro), l’ingresso ai siti e le escursioni come indicati nel programma, la presenza dell’accompagnatore italiana e di guide locali parlanti italiano.

La quota non comprende: i voli, che costano a partire da € 850 in funzione della data di prenotazione e della compagnia prescelta, il supplemento per la camera singola, le bevande, le visite e le escursioni non in programma, le mance e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Voli: Amitaba provvede alla prenotazione dei voli su richiesta dei viaggiatori, ma non obbliga ad utilizzare questo servizio e chi preferisce può provvedere all’acquisto dei voli direttamente; questo anche per permettere a chi ne ha la possibilità di usufruire di punti, sconti e/o tariffe agevolate.

Supplementi: € 100 se si prenota dopo il 15/4/2020, € 230 per la singola ed € 150 aggiuntivi per la singola nell’estensione, € 150 con soli 2 o 3 partecipanti. Per l’estensione, € 150 con 2 o 3 partecipanti.

Visti e documenti: per l’ingresso in Vietnam è necessario un visto che può essere ottenuto all’arrivo. Questo visto ha una durata massima di 15 giorni e consente un solo ingresso nel Paese e, pertanto, chi volesse prolungare il soggiorno o visitare altri Paesi rientrando in Vietnam, necessita di un visto consolare. Al momento dell’arrivo il passaporto deve avere 6 mesi di validità.

Riferimento valutario: Il prezzo del viaggio è formulato con riferimento al cambio euro - dollaro del 24/9/2019 (Banca d’Italia): € 1 = $ 1,0985, corrispondente al valore in essere al momento della pubblicazione del programma.

L’iscrizione e la partecipazione al viaggio è regolata dalle Condizioni Generali di Partecipazione; la quota include la polizza "Assistenza sanitaria, rimborso spese mediche e danneggiamento bagaglio" fornita da Europ Assistance, la polizza “Viaggi Rischio Zero” di UnipolSai Assicurazioni e la polizza "Filodiretto Protection" fornita da Nobis Compagnia di Assicurazioni. Le normative (Condizioni generali e polizze assicurative) sono visibili nel sito di Amitaba e presso il nostro ufficio.
Amitaba S.r.l. è un operatore turistico legalmente costituito con sede in viale Ca’ Granda, 29 a Milano, iscritto al Registro Imprese della Camera di Commercio di Lecco col numero 313373, REA numero 1623197, partita IVA 13152290154. È autorizzato a svolgere la propria attività con licenza rilasciata con il decreto della Provincia di Milano numero 67762/00 del 30/10/2000. Amitaba S.r.l. ha stipulato ai sensi dell’art. 50 del Codice del Turismo (D.lgs 79/2011) una polizza per la Responsabilità Civile Professionale con la UnipolSai Assicurazioni n. 100073953 per un massimale di € 2.065.000,00.

Chiudi ×