Lo Spiti ed il Lahaul sono le due regioni più settentrionali e remote dello stato indiano dell’Himachal Pradesh. Non esistono aeroporti: da sud le due vie d’accesso per i veicoli sono attraverso il passo del Rothang a nord di Manali, che porta in Lahaul, e, per lo Spiti, la strada…
Ogni percorso che possiamo fare nelle regioni del Ladakh e del Rupshu sarà sempre stupendo! Questo vasto ambiente naturale preserva un mondo sorto attorno all’ampia valle formata dall’Indo a nord dell’Himalaia indiano, tra monti che si stagliano oltre i 6000 metri. In un ambiente semidesertico, dall’aria tersa, oasi e villaggi…
Le pagine di questa sezione illustrano due itinerari completi che prevedono di raggiungere in volo Leh, la capitale del Ladakh, e di recarsi da qui in Zanskar seguendo la strada militare che porta verso il Kashmir fino a Kargil, da dove si imbocca l’unica carrabile che arriva in questa remota…
L’arco himalaiano dell’India è lunghissimo, circa 2000 km da ovest ad est, e presenta caratteristiche che variano molto da regione a regione. In questa pagina sono raccolte informazioni sintetiche delle aree principali dal punto di vista delle opportunità che offrono per gli appassionati del trekking. Le zone sono presentate partendo…
La regione himalaiana occidentale dell’India parte dalle pianure gangetiche e arriva a nord fino ai confini del remoto Aksai Chin, l’altissimo plateau che costituisce il bordo occidentale del Tibet, ed alle propaggini della catena del Karakorum, dove la linea di confine provvisoria col Pakistan ha dei punti di confronto sopra…
L’Himalaia è uno spazio fantastico da tutti i punti di vista per chi ama esplorare e conoscere il mondo. Il confine settentrionale dell’India contorna tutto questo vastissimo territorio, ad eccezione dei tratti occupati dallo stato del Nepal, che separa le regioni himalaiane indiane occidentali ed orientali, e, ancora più a…
SS il XIV Dalai Lama ha scelto per questa prima trasmissione del nuovo millennio un luogo remoto e magico: il monastero himalaiano di Ki, nel cuore della regione dello Spiti (Tibet Indiano). Qui ha svolto quello che può essere ritenuto il più importante rito iniziatico della tradizione tantrica Buddista: il…
Il trekking himalaiano è visto da alcuni come un exploit sportivo. In realtà difficoltà e fatiche dipendono da cosa si fa e come lo si fa. "Trekking" infatti significa muoversi a piedi o anche a cavallo lungo i sentieri che sono le normali vie di comunicazione delle remote valli dell’Himalaia,…
Lo Spiti ed il Lahaul sono le due regioni più settentrionali dello stato indiano dell’Himachal Pradesh, situate oltre la cintura di impenetrabili montagne che, partendo ad ovest dal Kashmir, si estende verso est fino al fiume Sutlej che fluisce dal monte Kailash. A nord ed a est giungono a ridosso…
Tra le molte manifestazioni di carattere religioso che si svolgono in Ladakh i festival che si svolgono tra fine febbraio e marzo, seguendo il calendario lunare, a Stock ed a Matho nei pressi di Leh testimoniano in modo potente e diretto il rapporto intimo tra misticismo e forze dell’occulto, ingredienti…
Lo Tsechu è una manifestazione di più giorni in cui si rievocano la vita e gli insegnamenti di Guru Rimpoce, in sanscrito Padmasambhava, universalmente riconosciuto come il fondatore delle scuole di buddismo tibetano; è una delle forme di festival rituale più diffuse nelle aree di etnia tibetana dell’India. L’insieme delle…
La gran parte delle ricorrenze nelle aree di etnia tibetana dell’India sono motivate da eventi legati alla religione e si svolgono quasi tutte nei monasteri; un fatto che non lascia sorpresi vista l’armoniosa compenetrazione della spiritualità nella vita quotidiana di tutte queste regioni. Un’importante eccezione è data dal festival che…
Leh, capitale dell'antico regno del Ladakh, il "Piccolo Tibet", è situata in un'ampia valle che trabocca di storia, uno spazio che si allarga lungo i bordi del maestoso fiume Indo contornato dalla più possente catena di monti del mondo. La posizione geografica così remota ne ha favorito l’isolamento, attenuando nel…
Il territorio è semplicemente grandioso, con l’aria tersa, poche precipitazioni che rendono i versanti delle vallate essenzialmente desertici ma sormontati da sfavillanti vette glaciali, possenti fiumi e, sull’altopiano, dove sembra quasi di toccare il vasto cielo blu, laghi dai colori turchesi. Si possono distinguere due regioni: il Ladakh propriamente detto,…
Naro Nasial, il festival di Sani Nel villaggio di Sani lungo le rive del fiume Doda, a breve distanza da Padum, si trova un antico monastero costruito su di un tratto pianeggiante della valle secondo la consuetudine dei luoghi di culto più antichi di queste regioni (vedi ad es. Alchi…
Il Gustor, festival di Karcha Il villaggio di Karcha, posto ai bordi dei monti che contornano il versante occidentale della valle del fiume Zanskar, è sovrastato dal grande monastero costruito sulle rupi rocciose, il principale della regione, di scuola Ghelupa, che rivela alcuni affreschi dell’XI secolo. Sul monte antistante si…
La regione dello Zanskar ha una tradizione buddista sorprendentemente antica. Secondo la tradizione orale Guru Padmasambhava meditò a lungo qui nell’VIII secolo e sui monti che sovrastano il monastero di Sani vi è un suo veneratissimo eremo, recentemente restaurato da Amitaba. Chi ha dimestichezza con il mondo himalaiano prende sempre…
Lo Zanskar è la regione più remota dell’Himalaia indiano, situata oltre i versanti settentrionali delle impenetrabili montagne glaciali del nord dell’Himachal Pradesh, un insieme di valli profondissime che convergono ad ovest verso il fiume Dado e ad est nello Tsarap, che unendosi formano il possente fiume Zanskar. Questi fiumi si…
La gigantesca barriera di monti himalaiani crea a nord ovest dell’India due regioni diversissime, con le aree meridionali caratterizzate da un clima più monsonico e quelle settentrionali più aride con le basi delle vallate poste in generale a quote più elevate (si veda India himalaiana occidentale). Questa grande diversità ambientale…
In India si incontrano tutte le molteplici caratteristiche ambientali della grandiosa catena himalaiana, dalle aree desertiche d’alta quota delle regioni nord occidentali alle impenetrabili foreste pluviali assamesi dell’est. Immerse in questo scenario grandioso e vario vivono centinaia di diversi gruppi etnici, con lingue e religione distinte, che creano un panorama…
Pagina 1 di 2

Chiudi ×