Myanmar

 

 

La cosa che colpisce maggiormente chi visita il Myanmar, il cui nome fino a tempi recenti era “Birmania”, è la cordialità dei suoi abitanti: nonostante le difficoltà economiche e politiche di un Paese in via di sviluppo dove il sistema democratico è solo agli inizi, le persone sono sempre gentili e sorridenti, dimostrando una serenità a dir poco sconcertante di fronte a risorse economiche che spesso sono ancora scarse. Per questo, senza nulla togliere alle eccezionali bellezze naturali e artistiche, ed al vasto patrimonio archeologico, il Myanmar è stato soprannominato il “Paese del sorriso”.

 

Myanmar - Amitaba   Myanmar - Amitaba
Yangon, Swedagon
 
Lago di Inle

 

Amitaba, dopo alcuni anni di sospensione dovuta ai tragici avvenimenti politici che hanno visto come protagonista, tra gli altri, il Premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, a partire dal 2010 ha ripreso ad organizzare con regolarità viaggi in questo Paese e, per conoscere le diverse proposte di itinerario, si consiglia di consultare sia il Calendario partenze che la sezione Percorsi su misura.

 

 

 

 

Indice dei contenuti

Mappa del Myanmar - Amitaba
Mappa del Myanmar - cliccare sopra

 

 

 

Myanmar: contenuti
La Repubblica dell’Unione di Myanmar (attuale nome ufficiale della Birmania) è tra le nazioni più interessanti del sud est asiatico poiché offre molteplici tipologie di viaggio, tutte abbinabili tra loro seguendo i desideri di ciascuno: itinerari culturali e/o naturalistici, soggiorni di svago e relax in località balneari e anche ritiri…
Il Myanmar è un Paese accogliente che si sta sempre di più aprendo ai visitatori. Ovviamente, può succedere che nelle località minori qualche cosa non funzioni ancora alla perfezione, ma gli eventuali inconvenienti pratici sono ampiamente ripagati dalla dolcezza, dalla disponibilità e dai sorrisi dei birmani. L’offerta alberghiera sta notevolmente…
I monsoni arrivano nei mesi tra giugno ed agosto ed interessano principalmente la zona costiera e l’immediato entroterra, con le piogge più intense che durano solo per una parte di questo periodo. Nei mesi che precedono le piogge, da marzo a maggio, il clima è caldo, soprattutto a maggio quando…
La storia che ha portato alla formazione dell’attuale Birmania (questa denominazione proviene dall’etnia Bamar) è, da una parte, il frutto di una successione di insediamenti di popolazioni migrate sud-est asiatico e dal Tibet lungo il fiume Ayeyarwaddy ed influenzate dalle istituzioni sociali e politiche provenienti dall’India, e, dall’altra, è il…
L'attuale cultura birmana è, come spesso accade, il frutto dell'incontro tra diverse etnie che sono emigrate in Myanmar nel corso di molti secoli, unite poi tra loro da un unico credo religioso, in questo caso il buddismo Theravada, che ha finito col permearle. La pratica religiosa svolge ancora un ruolo…
La pratica meditativa è parte integrante della cultura di questo Paese e per molti birmani è normale fare dei ritiri di meditazione in diversi momenti della loro vita, prendendo, a volte, i voti monastici, ma solo limitatamente alla durata dell’esperienza. Amitaba è solita proporre, a coronamento dei suoi viaggi culturali,…
I birmani, estremamente cordiali e festosi, hanno mantenuto viva nell’arco dei secoli una tradizione ricca di cerimonie di natura religiosa e culturale, e i visitatori possono assistere a diverse rappresentazioni teatrali, danze, cori e spettacoli di marionette, coincidenti generalmente con i periodi di luna piena. Queste manifestazioni rispecchiano la vita…

Chiudi ×