Giordania: Petra e Wadi Rum

Il viaggio, più volte sperimentato anche in gruppo, è il frutto delle positive esperienze nell’esplorazione delle regioni di Petra e Wadi Rum, che sono sicuramente i punti naturali più belli della Giordania e forse dell’intero Medio Oriente.

Questo percorso indimenticabile consente di godere della magia di luoghi divenuti ormai celebri grazie ai percorsi a piedi, attentamente studiati, che consentono di esplorare zone incontaminate e lontane dall’ordinario turismo, assaporandole appieno. Arrivare a Petra da un sentiero tra i monti permette di gustarne l’immortale mistero, e camminare negli spazi incontaminati del deserto del Wadi Rum ponendo un campo in uno dei suoi punti più belli ne fa gustare intensamente gli incredibili colori, lo spazio ed il silenzio.

 

 

L’itinerario prevede di raggiungere Petra da Amman seguendo la Strada dei Re, che attraversa il canyon di Wadi al Mujib incontrando lungo il percorso luoghi importanti nelle tradizioni cristiane e giudaica: Monte Nebo, Madaba e Kerak. Nell’area di Petra si effettuano tre giorni di trekking passando due notti in campo tra le sue grandiose valli; si potranno così visitare le rovine di inimmaginabile bellezza ed esplorare i monti e canyon circostanti. Da Petra ci si sposta in pulmino al deserto del Wadi Rum, il più pittoresco del Medio Oriente, definito da Lawrence d’Arabia “vasto echeggiante e divino”. Qui si trascorre una notte in campo e si torna quindi ad Amman per il rientro in Italia.

NB: si ricorda che il programma può essere variato in funzione dei desideri e interessi del viaggiatore.

 

 

Nota tecnica

Le tappe previste sono piuttosto lunghe ma non estenuanti e possono essere completate dalla maggioranza delle persone che abbiano una minima esperienza ed allenamento. Il materiale ed il bagaglio personale vengono trasportati dalle jeep, seguendo un percorso diverso, e le tende vengono montate dagli assistenti giordani; il cibo viene preparato da un cuoco professionista. Tutto il materiale da campo viene fornito da Amitaba, ad eccezione del sacco a pelo; si utilizzano tende a due posti. Le temperature previste variano in funzione del mese prescelto; si calcoli che nel periodo invernale le temperature di giorno arrivano fino a 15 – 20 gradi e di notte scendono mediamente fino a circa 5 - 10: è quindi necessario portare con sé un sacco a pelo adeguato. Il clima previsto è sempre secco, servono scarponcini da trekking e la usuale attrezzatura per camminare; si consiglia di portare uno zainetto da utilizzare durante il cammino per riporvi una felpa leggera, la borraccia dell'acqua e alcuni snack.

 

 

Organizzazione del viaggio

La Giordania offre ottimi servizi d’accoglienza: gli alberghi sono puliti e confortevoli, il ciboè ottimo, le strade sono asfaltate, ben tracciate e poco trafficate; per tutti gli spostamenti si utilizzano comode auto o pulmini privati. Sono disponibili guide che parlano la lingua inglese per la parte del trekking, mentre per le altre ci sono anche guide che parlano l’italiano.

 

Il costo del viaggio varia in funzione del numero dei partecipanti (è possibile svolgerlo anche individualmente), del tipo di servizi, alberghi e voli richiesti; sarà nostra cura fornire una valutazione economica in tempi brevi. I preventivi di Amitaba includono sempre la polizza assicurativa di viaggio e non richiedono costi extra per iscrizione, polizze di cancellazione o altro. Sono escluse le mance, le tasse aeroportuali, il costo dei visti e le spese per l'invio di documenti.

 

Per ogni chiarimento o richiesta, contattateci: amitaba@amitaba.net - tel.: 02 33614196

 

 

Programma del viaggio

1°g. Italia - Giordania
Partenza in volo per Amman. Vi sono molte opzioni di volo disponibili con più compagnie e partenze da diverse città italiane.

2°g. Amman – Monte Nebo - Madaba – Kerak – Petra
Dirigendosi verso sud si parte per Petra percorrendo l’antica Strada dei Re e visitando il Monte Nebo, vero balcone panoramico sul Mar Morto da dove nelle giornate limpide lo sguardo spazia fino a Gerusalemme; è un luogo considerato sacro dalle tradizioni semitiche, dove è venuto in pellegrinaggio anche un Papa, perché si dice che vi sia sepolto il profeta Mosè. Si prosegue per Madaba, famosa per l’antichissimo mosaico della chiesa greco-ortodossa di San Giorgio che raffigura la Terra Santa, e proseguendo si transita per lo spettacolare Wadi al Mujib, tra le maggiori attrazioni naturali della Giordania, arrivando al castello di Kerak, un’imponente roccaforte crociata molto interessante da visitare, costruita nel 1142 sulla sommità di un colle sopra l’omonima cittadina. Si giunge a Petra in serata.

3°g. Petra, trekking da Beidah a Mueisreh
In mattinata con un breve trasferimento si accede a Beidah, conosciuta come la Piccola Petra, da dove ha inizio il percorso a piedi. Il siq al Berid (Piccola Petra) offre una delle migliori vedute sulla valle e sui principali monumenti di Petra. La tappa di oggi attraversa anche un piccolo villaggio neolitico risalente a circa 9000 anni fa, e da qui, visitando vari complessi tombali, si arriva a Mueisreh, dove si pone il primo campo; l’attrezzatura viene trasportata, sia oggi che nella giornata di domani, dalle jeep, che arrivano ai punti di campo seguendo un altro percorso. La tappa richiede da 6 a 8 ore di cammino.

4°g. Mueisreh – Petra – Sabrah
Ci si mette in cammino verso le sette arrivando lungo un bel sentiero alla sommità della città di Petra dove si erge lo spettacolare tempio del Monastero, un percorso di accesso molto spettolare. Si prosegue poi per la località di Sabrah dove si pone il secondo campo. Il tempo di cammino previsto per questa tappa è di circa 7 ore.

5°g. Sabrah – Siq - Petra
Dal campo di Sabrah ci si dirige verso l’Altura del Sacrificio, uno dei più suggestivi siti sacrificali di Petra; dalla cima si gode un vasto panorama che abbraccia i monti intorno alla città. Da qui si prosegue fino alla porta d’accesso principale di Petra, un percorso complessivo di circa 6 ore. A Petra si alloggia nell’hotel prescelto.

6°g. Petra - Wadi Rum (Siq Al Barrah)
Partenza per il deserto del Wadi Rum, che si raggiunge con circa due ore di guida. Si lascia il mezzo e ci si incammina per il Jabal Al Hasana, seguendo un percorso che porta all’ingresso del Siq Al Barrah, dove si pone il campo. Il tempo di cammino previsto per questa tappa è di circa 4 ore.

7°g. Wadi Rum (Siq Al-Barrah - Disah) - Amman
Si prosegue il trekking nel meraviglioso deserto del Wadi Rum fino al villaggio di Disah, non lontano dalla zona d’ingresso a Wadi Rum, una tappa che richiede da 6 a 8 ore di cammino. Si lascia quindi Wadi Rum per Amman, che dista 325 km, una distanza che grazie all’ottima strada richiede meno di 4 ore di guida.

8°g. Giordania – Italia
Partenza in volo da Amman per l’Italia.

Chiudi ×