Cambogia tropicale

Viaggio di 11 giorni alla scoperta delle bellezze naturali della Cambogia, iniziando dalla foce del fiume Steng Kao Pao, nei pressi del confine tailandese, fino ad un soggiorno sull’isola tropicale di Koh Kong, ancora incontaminata e coperta di foresta lussureggiante, vero paradiso fuori dal flusso turistico, dove si visitano anche alcuni interessanti villaggi di pescatori. Si torna quindi sulla costa e  si raggiunge Phnom Penh, capitale della Cambogia. L’itinerario prevede tratti in barca e  percorsi a piedi non molto impegnativi.

 

Per ogni chiarimento o richiesta, contattateci: amitaba@amitaba.net - 02 33614196.

 

alt=

Isola di Koh Kong

alt=

Isola di Koh Kong

alt=

Villaggio di Prek Kraek

 

 

DESCRIZIONE DEL VIAGGIO

1°g.    Partenza per Bangkok  

2°g.    Bangkok – Koh Kong (Cambogia)  
Arrivo al mattino. Superate le formalità di frontiera, si prosegue per Koh Kong. Il trasferimento è di 400 km e richiede circa 6 ore.

3°g.    Koh Kong, escursione a Steng Kao Pao  
Si effettua un’escursione in barca lungo il fiume Steng Kao Pao, entrando tra le foreste del Cardamom. Si sbarca e si imbocca un sentiero che si inerpica nella fitta foresta arrivando a delle belle cascate; raggiunta la sommità del salto d’acqua, si gode di uno splendido panorama e si può fare un bagno in un piccolo laghetto alimentato da un’altra piccola cascata. Si fa qui il picnic e si rientra quindi a Koh Kong; il tempo del percorso a piedi va da 2 – 3 ore ad un massimo di 4 per i meno allenati.

4°g.    Koh Kong – Koh Kong Island  
Ci si imbarca verso le 8 del mattino su di un battello di pescatori. Si segue l’estuario arrivando con circa un’ora di navigazione tra le mangrovie, dove si sosta per una breve passeggiata in un punto dove sono state predisposte delle comode passerelle di legno che consentono di vedere bene il luogo, frequentato dalle famiglie cambogiane. Si prosegue e si sosta per una breve visita ad un interessante villaggio di pescatori costruito su palafitte. Si continua quindi per Koh Kong seguendo la costa sud.

5°g. – 7°g. Koh Kong Island  
Koh Kong è un’isola non ancora intaccata dal turismo, dove si può assaporare la magica tranquillità offerta da un piccolo paradiso tropicale, un luogo perfetto anche per il nuoto pinnato. E' inoltre possibile compiere un’escursione a piedi attraverso la foresta per arrivare alle cascate, un percorso che richiede al massimo 4 ore. Nel pomeriggio si effettua un’escursione in barca a nord dell’isola per visitare due villaggi di pescatori su palafitte, Prek Kraek ed Alatang, entrambi molto interessanti e decisamente al di fuori del fluire del tempo.

8°g.    Koh Kong Island - Koh Kong Bay - Phnom Penh  
Si lascia l’isola con la barca e in circa tre ore si torna all’approdo di Koh Kong Bay. Si parte per Phnom Penh, che dista 296 km, un percorso di circa 6 ore. Nella parte iniziale si attraversano i monti Cardamoms e, una volta raggiunta la strada che arriva da Sihanoukville, si prosegue verso nord attraverso le campagne cambogiane fino alla capitale.

9°g.    Phnom Penh  
Utilizzando i riksho a pedali si attraversa la zona centrale della città arrivando al Museo del Genocidio, la scuola che i famigerati khmer adibirono a lager; una visita toccante anche per la vicinanza temporale degli accadimenti. Ci si reca poi al “mercato russo”, un interessante bazar coperto dove si trovano anche diversi oggetti da acquistare. Nel pomeriggio ci si reca al Palazzo Reale e alla Pagoda d’Argento, quindi al Museo Nazionale. Si gode del tramonto e si cena su una barca sul Mekong.

10°g.    Phnom Penh e volo di rientro  
Mattina a disposizione per relax e acquisti; ci si reca in aeroporto per il volo di ritorno.

11°g.    Arrivo a destinazione  

Chiudi ×