Etiopia del nord

L’Etiopia è il più antico impero dell’Africa a sud del Sahara. Le sue radici affondano nel leggendario amore tra la regina di Saba e il re Salomone. Menelik, loro figlio, fu il capostipite di un impero millenario. Prima di Roma, l’Etiopia divenne un regno cristiano.
La sua storia è straordinariamente legata alle radici della nostra cultura. Rimasta isolata nel medioevo, accerchiata da paesi islamici, la cultura etiopica ha mantenuto intatte tante caratteristiche che in Occidente sono ormai andate perdute. Il viaggio percorre i luoghi storici dell’Etiopia dall’antico impero di Axum, le chiese ipogee e monolitiche del medioevo etiopico del Tigrai e di Lalibela fino al rinascimento delle pitture di Gondar. Un viaggio nel tempo e nello spirito.

 

Etiopia del nord - Amitaba Etiopia del nord - Amitaba Etiopia del nord - Amitaba
Axum
Monti Simien
Altopiano degli Amara

 

Per ogni chiarimento o richiesta, contattateci: amitaba@amitaba.net - tel.: 02 33614196

 

 

Descrizione del viaggio

1°g.   Partenza per l'Etiopia

2°g.   Addis Abeba – Makalle (voli)
Arrivo di prima mattina ad Addis Abeba. Visita del Museo Nazionale, dove sono conservati i resti di Lucy, antica progenitrice ominide vissuta 3.5 milioni di anni fa, e della Chiesa della Santissima Trinità. Volo per Makalle nel pomeriggiol.

3°g.   Makalle – Gheralta (100 km, 2,30 ore)
Al mattino trasferimento a Gheralta e visita a una delle chiese più belle e accessibili della zona dell’Amba Gheralta: Abreha Atsbeha, risalente tra il VII e l’XI secolo e alla chiesa di Wukro Cherkos, monolitica in arenaria con pianta a croce e bellissimi pilastri cruciformi. Nel pomeriggio visita della chiesa di Debre Tsion, la miglior opera dello “scavatore” di chiese Abuna Abraham.

4°g.   Gheralta – Axum (120 km, 3 ore)
Dopo colazione trasferimento ad Axum e lungo la strada visita al tempio della Luna di Yeha, uno dei pochi resti pre cristiani della civiltà axumita. Nel pomeriggio visita dell’area archeologica di Axum: le steli, la necropoli di Keleb ed il museo. Successivamente visita della Chiesa di Santa Maria di Zion, splendido esempio di architettura tradizionale.

5°g.   Axum – Parco Nazionale dei Monti Simien (280 km, 7 ore)
Si parte al mattino presto, prendendo una buona strada di montagna con grandi panorami sulla valle dello Shirè. E' un susseguirsi di ripide discese e vertiginose salite fino al ponte di ferro sul fiume Tacazzè, sul versante opposto si potranno ammirare alberi d'incenso. Arrivo a Debark nel tardo pomeriggio.

6°g.   Parco Nazionale dei Monti Simien – Gondar (200 km, 5 ore)
Visita del Parco Nazionale: con un’ora di macchina e poi una camminata di 30 minuti si possono avvistare colonie di babbuini Gelada. Con altri 30 minuti di macchina e una decina di minuti di cammino si raggiunge uno dei punti più panoramici del parco: le cascate di Jimbar. Proseguimento fino a Chennek. Poi trasferimento a Gondar.

7°g.   Gondar – Bahir Dar (185 km, 3 ore) 
Al mattino visita di Gondar, la "città dei castelli", considerata la Camelot d’Africa. Si visiteranno il Recinto Imperiale, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco, il Palazzo e i Bagni di re Fasilidas: un piccolo palazzo con una piscina, tenuta vuota per tutto l’anno e riempita solo per la festa di Timkat, Epifania etiope. Trasferimento a Bahir Dar.

8°g.   Bahir Dar
Mattinata dedicata alla navigazione sul Lago Tana, ricco di chiese e monasteri di grande interesse storico. Pomeriggio visita alle cascate del Nilo Azzurro: interessante la passeggiata nell’ambiente naturalistico attraverso il quale si raggiungono le cascate.

9°g.   Bahir Dar – Lalibela (300 km, 6 ore)
Partenza in mattinata per Lalibela. La strada è ora  quasi completamente asfaltata e solo 40 km rimangono sterrati. Il percorso è panoramico e attraversa la campagna tipica dell’altopiano abitata dalla popolazione Amara. Arrivo a Lalibela nel pomeriggio.

10°g.   Lalibela
Giornata dedicata alla visita delle 11 chiese rupestri, straordinarie opere monolitiche tagliate nella roccia e collegate da un dedalo di gallerie. Lalibela è la Gerusalemme d’Africa, luogo di pellegrinaggi infiniti, centro della fede del mondo ortodosso africano nonchè sito patrimonio dell’Unesco.

11°g.   Lalibela – Addis Abeba
Trasferimento all'aeroporto di Lalibela e volo per Addis Adeba, al quale seguirà quello per l'Italia

12°g.   Arrivo a destinazione

More in this category: Etiopia: Un altro Sud »

Chiudi ×