Etiopia: Un altro Sud

Il Sud dell’Etiopia è ancora capace di sorprendere anche il più esperto dei viaggiatori. Da anni, le regioni meridionali dell’Etiopia sono percorse dai fuoristrada del turismo organizzato. I popoli del Grande Sud non sono più sconosciuti. I circuiti degli operatori turistici sono diventati percorsi battuti mille e mille volte.
Ma vi sono regioni, nella valle dell’Omo, ancora lontane, quasi segrete, invisibili. Basta scartare itinerari consolidati. Raggiungere vallate e colline solitarie, lontane dall’asfalto delle strade principali. Vi sono villaggi e popolazioni che hanno difeso il loro equilibrio con la natura. Gente che conserva, con orgoglio, tradizioni e storia.
Questo è il nostro viaggio. Usciamo dalle rotte abituali del turismo occidentale. Andremo in cerca dei mercati tradizionali, visiteremo villaggi di contadini, cacciatori e pescatori, saremo accolti da piccole comunità di uomini e donne. Navigheremo lungo la corrente del fiume Omo fino al suo delta. È un viaggio diverso, è l’esplorazione di un’Africa nera,uno dei cuori più belli e incontaminati del continente.

 

Etiopia un altro sud - Amitaba Etiopia un altro sud - Amitaba Etiopia un altro sud - Amitaba
Mercato
Donna etiope
Negozio

 

Per ogni chiarimento o richiesta, contattateci: amitaba@amitaba.net - tel.: 02 33614196

 

 

Descrizione del viaggio

1°g.  Partenza per l'Etiopia 

2°g.  Arrivo ad Addis Abeba - Zway (170 km, 3 ore)
Arrivo ad Addis Abeba nel primo mattino. Dopo colazione, visita al rinnovato museo Nazionale e poi si prosegue verso sud fino al lago Ziway con sosta al sito di steli di Tiya. Dopo pranzo, passeggiata nella località di Bocessa dove si incontreranno i pescatori locali e si potranno avvistare le aquile pescatrici.

3°g.  Zway - Maze Park (290 km, 4 ore)
Si continua verso la terra Wolayta, un fertile altopiano coltivato a cereali. I villaggi si disperdono in comunità familiari autosufficienti. Si entra nel territorio dei Gamo, popolazione di contadini. Nel pomeriggio si va al Maze Park, vasta area protetta (220 Km quadrati) creata per difendere la bella antilope di Swaynes. Sempre nel parco si gode il tramonto.

4°g.  Maze Park - villaggio Gamo (130 km, 3 ore circa)
Esplorazione mattutina del parco con appostamenti per osservare i movimenti delle antilopi, degli uccelli e di altri animali. Visita di un mercato locale, che si tiene di sera, dopo il tramonto. In questa parte dell’Etiopia vi sono infatti alcuni mercati serali che incominciano nel tardo pomeriggio e che durano fino a notte inoltrata.

5°g.  Gamo - Male - Jinka (110 km, 2 ore circa)
Il fiume Bezo segna il confine tra i territori dei Gamo e quelli dei Male. Da qui la strada sale verso le montagne. Si raggiunge il passo che consente di arrivare alla terra dei Male, prima popolazione omotica che si incontra. Si prosegue verso Jinka, la strada scollina e sotto si aprono le grandi vallate dei Benna e Ari.

6°g.  Jinka - Mursi - Benna (230 km, 4 ore circa)
Partenza verso il parco di Mago, uno dei territori più belli del Grande Sud. Qui si trovano ancora gruppi di elefanti, mandrie di bufali e il kudu. Questa è la regione dei Mursi, uno delle popolazioni più famose dell’Africa. Ritorno a Jinka e visita al mercato dei Male, Benna e Ari.     

7°g.  Benna - Kara (145 km, 2.30 ore circa)
Visita ai villaggi Benna e poi un trekking facile e pianeggiante per raggiungere un mercato locale. Camminare fianco a fianco con le donne dirette al mercato sarà un’esperienza diversa. Nel pomeriggio, visita al popolo di Kara, altro clan degli Hamer che si è specializzato nella pesca e che accoglie i visitatori in uno dei posti piú panoramici della valle dell’Omo.

8°g.  Kara - Omorate - Turmi (230 km, 4 ore circa)
Si attraversa la regione Hamer per arrivare alla sponde del mitico fiume Omo dove si navigherà su una barca a motore per raggiungere uno dei villaggi piú remoti dei Dessanech. Si è ad un passo dal confine con il Kenia. Rientro a Turmi.

9°g.  Turmi - Konso (200 km, 2.30 circa)
La mattina si potrà visitare un villaggio Hamer prima di arrivare al villaggio di Key Afer, dove sovente si tiene un altro mercato molto movimentato e vario. Poi trasferimento a Konso: grandi coltivatori, hanno letteralmente scolpito un paesaggio unico, che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

10°g.  Konso - Arba Minch (105 km, 2 ore circa)
Giornata dedicata alla visita dei Konso e del loro museo. Passeggiata tra due villaggi. Si riprende il viaggio verso Nord e si risale la Rift Valley, la grande spaccatura della crosta terreste che dal mar Rosso si propaga fino al Mozambico. La Rift Valley è una sequenza di laghi pescosissimi e rifugio di innumerevoli specie di uccelli. Si giunge fino alla città di Arba Minch, le “quaranta sorgenti”.    

11°g.  Arba Minch - Awassa (280 km, 3 ore circa)
La mattina si compie una gita in barca sul lago Chamo per poter osservare coccodrilli, ippopotami e un grande numero di specie di uccelli. Sosta a Shashemene, capitale della comunità rasta e proseguimento per Awassa, cittadina posta sul lago omonimo. Passeggiata intorno al lago all’ora del tramonto.

12°g.  Awassa - Addis Abeba (275 km, 4 ore circa)
La mattina visita al mercato del pesce. Nel pomeriggio arrivo ad Addis Abeba e tempo libero.Trasferimento in aeroporto

13°g. Arrivo a destinazione

Chiudi ×