Myanmar (Birmania): Viaggi su misura

 

 

La Repubblica dell’Unione di Myanmar, che fino al 1988 si chiamava Birmania, ha un’estensione verticale di oltre 2.000 km dall’istmo di Kra, nella penisola di Malacca, sino alla regione himalaiana, dove si trova il Hkakabo Razi, la montagna più alta del Paese con i suoi 5881 mt di altitudine.

Ad eccezione delle regione himalaiana, il clima è principalmente tropicale con precipitazioni consistenti soprattutto lungo le coste. La stagione dei monsoni va da maggio a settembre, mentre marzo e aprile sono i mesi più caldi dell’anno con temperature che sfiorano i 40° C.
I mesi più indicati per una visita vanno, pertanto, da ottobre a febbraio.

La popolazione birmana supera i 50 milioni di abitanti ed è suddivisa in oltre 40 etnie: i Birmani, di origine tibetana, costituiscono il gruppo principale. Tre quarti della popolazione vive in aree rurali, mentre la capitale Yangon (il cui precedente nome era Rangoon) conta oltre 5 milioni di abitanti.
La lingua ufficiale è il birmano, parlato dal 75% della popolazione, a cui si affiancano una quarantina di differenti lingue e dialetti.

Il buddismo, che giunse in questa regione in epoca precristiana tramite dei missionari indiani, costituisce un profondo elemento di coesione tra le diverse etnie, che sono rimaste unite nonostante invasioni, insurrezioni, guerre e, non ultimo, la colonizzazione britannica durata quasi un secolo e terminata con l’indipendenza solo nel 1948.

In Birmania, dove si contano oltre 600.000 monaci, si pratica il buddismo Theravada, che però ha accolto elementi del buddismo Mahayana, dell’induismo (soprattutto per quanto concerne l’astrologia) e dell’animismo / spiritismo autoctono, dove i nat, spiriti dei defunti e della natura, svolgono un ruolo basilare. Un famoso proverbio birmano dice: ”Adora Buddha, ma temi i nat”.

Oltre alle bellezze architettoniche e paesaggistiche, quel che resta maggiormente impresso a chi visita questo meraviglioso Paese sono il sorriso e la cordialità della gente.

Di seguito pubblichiamo alcuni itinerari suggeriti, altri possono essere esaminati consultando le sezioni Calendario viaggi e Storico viaggi.

 

 

 

Itinerari suggeriti

Programma da 14 a 18 giorni o più che porta nei siti classici includendo la remota capitale di Mrauk U; al termine sono previste due possibili estensioni: un soggiorno di relax a Ngapali, dove si trova la più bella spiaggia birmana. Raggiungibile in volo da Yangon; un’esperienza di pratica meditativa…
Programma da 13 a 17 giorni o più che porta nei siti classici e prevede un’ampia esplorazione della regione del lago di Inle; al termine sono possibili due estensioni: un soggiorno di relax a Ngapali, dove si trova la più bella spiaggia birmana. Raggiungibile in volo da Yangon; un’esperienza di…
Programma di 12 giorni in Myanmar (ex Birmania) che porta nei siti classici e include la crociera sull’Irrawaddy tra Mandalay e Bagan. L’itinerario spazia dai luoghi giustamente famosi per qualità artistica e importanza storica ai siti più cari alla cultura della popolazione. Per vedere delle immagini dei luoghi del viaggio,…

Chiudi ×