Uzbekistan: La Via della Seta

Viaggio di 9 giorni che porta nelle città storiche dell’Uzbekistan, i luoghi più celebri della Via della Seta. Punto di partenza è Tashkent, la capitale, da dove si raggiunge in volo la splendida città di Khiva e da qui si prosegue, ancora in volo, per Bukhara, dove si sosta due notti. Da Bukhara si procede per Samarcanda e anche qui si sosta due notti potendo così godere di una visita molto completa; si rientra a Tashkent in treno, che da Samarcanda è il mezzo più comodo e veloce.

Per ogni chiarimento o richiesta, contattateci: amitaba@amitaba.net - tel.: 02 33614196 

 

Khiva Samarcanda, Registan Bukhara
Khiva
Samarcanda, Registan
Bukhara

 

 

DESCRIZIONE DEL VIAGGIO

1°g.  Volo per l’Uzbekistan  
Per raggiungere Tashkent, capitale dell’Uzbekistan, si possono utilizzare diverse compagnie; Amitaba può prenotare il volo preferito dai viaggiatori. Le compagnie più comunemente utilizzate sono la Turkish Airways via Istanbul (offre partenze da Bologna, Milano, Roma e Venezia) e l’Aeroflot via Mosca o San Pietroburgo (offre partenze da Milano e da Roma).

2°g.  Tashkent  
Mattina di riposo. Nel pomeriggio si visita la città, che è il centro urbano più grande dell’Asia centrale, iniziando dal complesso di Khast Imom, centro religioso del paese dove si trovano diversi siti interessanti (la madrassa Barak-Khan, la moschea Tilla Sheikh, il mausoleo di Abu Bakr Kaffal Shashi e l’istituto islamico dell’Imam al-Bukhari), e dal grandissimo bazar di Chor-Su. Si prende poi un tratto della metropolitana, che è uno dei punti di interesse per la sua tipologia costruttiva e la ricca decorazione risalente al regime sovietico, arrivando nel centro della Tashkent moderna alla grande piazza con la statua equestre di Amir Timur (Tamerlano), la piazza dell’Indipendenza e il museo di Arti Applicate.

3°g. Tashkent – Urgench – Khiva  
Ci si reca in aeroporto, dove ci si imbarca sul volo per Urgench. Da Urgench si raggiunge con mezzi privati Khiva, che dista circa 30 km. Si dedica la giornata alla visita della città; la parte antica, designata dall’Unesco "Patrimonio dell’Umanità", è circondata da mura perimetrali e contiene i principali monumenti storici, una città-museo. La si percorre tutta a piedi accompagnati dalla guida; il pomeriggio è libero, per poter esplorare il sito a proprio piacimento.

4°g.  Khiva – Urgench - Bukhara  
Al mattino si prende il volo per Bukhara. Nel pomeriggio si visitano i siti limitrofi alla città, il palazzo estivo dell’emiro e il mausoleo del grande santo sufi Bakhoutdin Naqshbandi. In serata si assiste allo spettacolo folcloristico tenuto presso la madrassa di Nodir Devan Begi.

5°g.  Bukhara  
Il centro della città storica è un gioiello; lo si esplora a piedi con la guida. Il punto d’inizio è la piazza di Lyabi Hauz e alcuni dei punti salienti sono la moschea Maghoki-Attar, che è la più antica dell’Asia e il punto più sacro della città, i bazar coperti, il minareto di Kalon, le moschee di Kalon e Bolo-Khauz, le madrasse Chor Minar, Mir-i-Arab, Ulugbek e Abdul Aziz Khan, il palazzo di Ark e i mausolei di Ismail Samani e Chashma Ayub.

6°g.  Bukhara – Samarcanda  
Mattina libera per acquisti e visite. Dopo pranzo si parte per Samarcanda, che dista 270 km, un viaggio ci circa 4 ore; sul percorso si sosta per una visita del caravanserraglio di Rabat Malik.

7°g.  Samarcanda  
Visita delle meraviglie di Samarcanda: il Registan, la moschea di Bibi Khanym, il bazar di Siyob, l’osservatorio di Ulugbek, la necropoli di Shah-i-Zinda e il mausoleo di Tamerlano, il Gur Emir.

8°g.  Samarcanda – Tashkent  
Si visitano la tomba di San Daniele e il museo dell’area archeologica di Afrosiab, che in antichità era l’area centrale della città. Ultima tappa, si raggiunge il villaggio di Koni Ghil, dove viene prodotta artigianalmente la tipica carta di Samarcanda.  Si prende poi il treno veloce per Tashkent, che dista circa 300 km.

9°g.  Volo di rientro 

Chiudi ×