Informazioni utili

Da: mercoledì 27 dicembre 2006A: lunedì 8 gennaio 2007Durata: 13 giorni

INDIA 2006: Dall'Andhra Pradesh e Hampi al Kerala, i siti storici del Karnataka

Sravanabelagola

L’India del Sud offre un meraviglioso insieme di siti storici, luoghi di eccezionale bellezza naturale e una vita culturale e folklore ricchissimi. La stagione migliore per recarvisi corrisponde al nostro inverno, quando il clima è caldo e secco con temperature piacevoli, non torride. Il viaggio tesse un percorso colmo di punti d’interesse, avvicinando un’India ancora poco conosciuta dal turismo.

 

S’inizia dalla città di Hyderabad, capitale dell’Andhra Pradesh e luogo ricco si storia, andando poi ad Hampi e quindi proseguendo verso sud si attraversa il Karnataka godendo dei siti di Belur, Halebid, Sravanabelagola, Mysore, Somnathpur e Srirangapatnam. Ai confini del Tamil Nadu si esplora il parco naturale di Madumalai addentrandosi nella giungla anche a dorso di elefante e, dalle alture dei monti Nilgiri, si arriva in Kerala nella bella cittadina di Cochin.

 

Per gli spostamenti in India si è scelto di utilizzare un comodo pulmino privato delineando un percorso con cui si toccano anche punti non facilmente raggiungibili, che anche singolarmente meriterebbero un intero viaggio!

 

Programma del viaggio

 

1°g.  Mercoledì 27 dicembre, partenza per Hyderabad

 

2°g.  28/12 Arrivo a Hyderabad  

All’arrivo sistemazione presso l’Hotel Adita Park Inn; mattina di riposo. Nel pomeriggio si visita la città: i punti principali sono il forte di Golconda, il Charminar e il museo. L’imponente fortezza di Golconda sorge su di un colle roccioso a 11 km dalla città, venne fondata nel XIII secolo e quindi espansa fino ad avere una cinta di mura lunga 10 chilometri, una struttura impressionante le cui rovine riescono ancora a dare la percezione della grandiosità di un tempo. Sono molto interessanti anche il Charminar edificato nel 1594, simbolo di Hyderabad e della penetrazione islamica nell’India del Sud, ed il museo, che è il più importante dell’India meridionale.

 

3°g.  29/12 Hyderabad – Hospet  

Si parte da Hyderabd con il pulmino privato che verrà utilizzato per l’intero percorso. Hospet dista 450 chilometri verso sud ovest, una lunga distanza che si percorre in circa 9 ore e porta nello stato del Karnataka, con paesaggi rurali e vaste zone poco abitate. Sistemazione presso l’hotel Malligi.

 

4°g.  30/12 Hospet: visita di Hampi  

Il sito archeologico di Hampi dista solo 12 km da Hospet. Nei pressi di un fiume che scorre tranquillo tra formazioni di rocce rosse dalle forme plastiche si trovano i resti di un’antica capitale, con una moltitudine di templi e resti di edifici immersi in una natura stupenda. Il piccolo villaggio tra le rovine dove sorge un grande tempio induista, che i pellegrini raggiungono ancora per i loro riti, è quello che rimane di quello che fu il centro di un grande impero che qui prosperò nel XIV secolo. I punti artistici più celebri sono tantissimi, con i templi di Virupaksha, Vithala, Hazara Rama e Achuta Raya o il palazzo del Lotus Mahal ie così via; ma la magia di Hampi si coglie anche solo passeggiando in questo grandioso insieme di storia e natura che ne fa uno dei luoghi più evocativi dell’India.

 

5°g.  31/12 Hospet – Hassan  

Da Hospet si parte verso sud, percorrendo una distanza di 295 km in circa 7 ore attraverso i bei territori del Karnataka, dove si potranno vedere alcuni bei villaggi, fino ad Hassan, dove si alloggia al Southern Star. Cena di Capodanno in hotel.

 

6°g.  1/1/2007 Hassan: visita di Belur e Halebid  

Il quieto paesino di Belur è situato a 38 km da Hassan sulle rive del fiume Yagachi e fu la capitale dell’impero di Hovsala. Vi si trova il celeberrimo tempio di Chennakeshava Temple, fondato nel 1117. Il sito è completamente ornato di statue e bassorilievi, veri capolavori dell’arte indiana; vi si trovano anche tre stupendi edifici minori, i templi di Channigaraya, Soumyanayaki e Andal. Proseguendo per altri 17 km verso est si arriva poi ad Halebid; anche questo sito risale al periodo dell’impero Hovsala. Tra i molti resti d’interesse spicca il tempio dedicato a Shiva, costruito nel 1142, dove statue e bassorilievi rivelano precisissimi dettagli e raccontano episodi epici.

 

7°g.  2/1 Hassan – Sravanabelagola - Mysore  

L’esplorazione del Karnataka prosegue in direzione sud, alla volta di Mysore, che dista 140 km. Sul percorso ci si reca a Sravanabelagola, uno dei luoghi santi della religione jainista. La grande statua di Gomateshwara, un re che abbandonò onori e gloria per dedicarsi alla vita spirituale, troneggia alta quasi 20 metri in cima ad una collina circondata da tempietti, a cui si giunge salendo una scalinata scavata nella roccia. Tutt’attorno si trovano i dharamsala dei pellegrini e molti templi, immersi nella quiete tipica dei luoghi Jain. Arrivati a Mysore si alloggia all’hotel Regaalis.

 

8°g.  3/1 Mysore  

Giornata dedicata alla visita della città, una meta affascinante conosciuta come la “città dei palazzi”, che fu centro di un potente regno e sede della dinastia dei Maharaja Wodeyar. Tra i siti principali si visitano il Palazzo di Mysore, costruito nel tipico stile indo-saraceno con cupole, torri, archi e colonne, e con una breve escursione fuori città si raggiungono Somnathpur e Srirangapatnam; quest’ultima ha conteso a Mysore il ruolo di capitale della regione ed è stata al centro di infinite battaglie, ma fortunatamente i grandi templi induisti sono stati risparmiati dal furore delle lotte. A Mysore è anche molto interessante visitare la zona del mercato e curiosare nelle botteghe artigiane, dove, tra la moltitudine di arti e mestieri, si trovano anche maestri d’incisione su legno.

 

9°g.  4/1  Mysore – Parco Nazionale di Madumalai  

Procedendo ancora verso sud per 150 km si lascia il Karnataka entrando nello stato indiano del Tamil Nadu arrivando dopo circa 3 ore di viaggio al grande parco naturale di Madumalai, dove si alloggia al Jungle Retreat. Madumalai si estende per 322 chilometri quadrati sui monti Nilgiri ad oltre 1000 metri di altezza. Il territorio del parco ha una conformazione piuttosto varia, con colline, valli e acquitrini con una flora variegata ed una numerosa popolazione di elefanti, oltre a numerosissime altre specie animali tra cui la tigre. Nel pomeriggio si potranno iniziare le esplorazioni alla ricerca degli animali.

 

10°g.  5/1 Parco Nazionale di Madumalai  

Giornata dedicata alla visita del parco, dove si effettua anche un’escursione a dorso di elefante.

 

11°g.  6/1 Madumalai – Cochin  

Dai monti coperti di foreste di Nilgiri si scende verso il Kerala raggiungendo le spiagge tropicali di Cochin con un viaggio di 350 km che impegna per 8 o 9 ore. Si completa così questo fantastico percorso che dal centro dell’Andhra Pradesh tocca molti dei siti più belli dell’India del Sud, godendo anche della natura e di territori stupendi. A Cochin si alloggia all’hotel Gokulam Park Inn.

 

12°g.  7/1 Cochin 

Giornata dedicata alla visita di Cochin. Posta sulle costa dell’oceano con una bella spiaggia tropicale ornata da un antico forte, Cochin rivela la natura cosmopolita del Kerala con le molte case di vecchio stile europeo, chiese ed anche sinagoghe. Un luogo dove è gradevolissimo e rilassante anche solo passeggiare, curiosando tra mercatini e negozietti.

 

13°g.  Lunedì 8 gennaio, volo di rientro

Chiudi ×