Informazioni utili

Da: mercoledì 26 dicembre 2012A: lunedì 7 gennaio 2013Durata: da 13 a 19 giorni

Estensione finale a: domenica 13 gennaio 2013

LAOS e CAMBOGIA 2012: Meraviglie dell’estremo oriente; est. Koh Tao (Tailanda)

Questo viaggio propone una visita completa ed equilibrata di una delle aree più interessanti dell’Asia, per conoscerne la natura e i molteplici aspetti archeologici, culturali e di folclore.

Partendo dal nord della Tailandia si entra nel Laos nel modo più bello: attraversando in barca il Mekong, di cui si segue il corso con una crociera di due giorni attraverso un ambiente di straordinaria bellezza fino all’antica capitale laotiana di Luang Prabang, annoverata nel Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Da qui ci si sposta in volo a Ventiane, dove si trascorre la sera di Capodanno, e quindi a Pakse, nel sud del paese, per raggiungere le evocative rovine di Wat Phou e un’isola del delta interno del Mekong, area di bucolica bellezza. Da Pakse si raggiunge in volo la Cambogia per un’approfondita visita dei siti di Angkor, annoverati tra i più significativi al mondo; ci si reca quindi al lago Tonle Sap, dove sopravvivono stili di vita archetipi, e all’antichissimo sito archeologico di Sambor Prei Kuk, giungendo da qui a Phnom Penh da dove si rientra.

 

Laos - Amitaba Laos - Amitaba Laos - Amitaba

 

Estensione per Koh Tao

Al termine del tour di Laos e Cambogia è prevista un’estensione all’isola tailandese di Koh Tao, uno dei luoghi più belli offerti dallo splendido mare di questo Paese, rinomato per la bellezza e colore della vita marina, vero paradiso per il nuoto pinnato e le immersioni subacquee. I posti aerei riservati per questa opzione sono solo 5.

 

Laos - Amitaba Laos - Amitaba Laos - Amitaba

 

 

Programma del viaggio

1°g.  Mercoledì 26 dicembre, partenza per la Tailandia 

2°g.  27/12 Bangkok – Chiang Rai – Sop Rua (Mekong)  
Arrivo a Bangkok dove ci si trasferisce per un breve riposo all’hotel The Cottage Suvarnabhumi nei pressi dell’aeroporto. Si riparte in volo con la Thai alle 13.15 per Chiang Rai con arrivo alle 14.30 circa (orari da confermare). Qui è in attesa dei partecipanti la guida locale; si parte in pulmino per Chiang Saen, un’antica capitale che si affaccia sul Mekong; qui si visita l’antico tempio di Wat Chedi Luang e si prosegue oltre il paese entrando nel ‘triangolo d’oro’, dove si visita il piccolo museo dell’oppio e ci si reca ad un punto panoramico nei pressi del confine tra Tailandia, Birmania e Laos. Si alloggia presso l’hotel Imperial Golden Triangle.

3°g.  28/12 Sop Rua – Ban Houay Hai (Laos) – Pakbeng (Crociera sul Mekong)  
Si attraversa il Mekong in barca arrivando in Laos sull’altra sponda a Ban Houay Hai. Qui ci si imbarca su di un vascello riservato al gruppo, confortevole e dotato di servizi, con cui si seguirà il corso del maestoso fiume per i prossimi due giorni. Il Mekong è la principale via di comunicazione tra il Laos settentrionale e Luang Prabang. Si attraversa un ambiente naturale spettacolare su cui si affaccia la semplice vita tradizionale dei villaggi; si approda per visitarne due tra i più interessanti e si pranza a bordo. Si prevede di arrivare a Pakbeng, con un tragitto di circa 140 km, nel tardo pomeriggio in tempo per una visita del paese, dove vivono persone di etnia Lao, Hmong e Khamu. Si alloggia presso l’hotel Pakbeng Lodge.

4°g.  29/12 Pakbeng – Pak Ou – Luang Prabang (Crociera sul Mekong)  
Si prosegue lungo il Mekong verso Luang Prabang, che da qui dista circa 160 km. Lo scenario continua a essere spettacolare; oggi si sosta alle grotte di Pak Ou, un interessante sito dove in due ampi anfratti nella falesia sono custodite migliaia di statue del Buddha. Giunti a Luang Prabang, l’antica capitale delle dinastie laotiane fondata nel XIV secolo, si alloggia presso l’hotel The Sanctuary.

5°g.  30/12 Luang Prabang  
Luang Prabang è un luogo affascinante designato dall’Unesco come ‘Patrimonio dell’umanità’, con pagode dalle proporzioni perfette finemente decorate e affrescate; qui confluiscono diverse etnie che creano un folclore unico e mercati piacevoli da visitare, immersi in un’atmosfera rilassata e piacevole. La giornata è densa di contenuti, si inizia recandosi al mercato locale e salendo al monte Phousi, che offre una splendida visuale. Si visitano poi il Palazzo Reale, che ora è un museo, e i templi più interessanti (oggi ve ne sono circa 30, dei 65 originari), con Wat May, Wat Visoun, che è tra i più antichi, Wat Aham e Wat Xieng Thong, che era il tempio reale. Dopo le 17.00 sulla strada principale inizia il mercato serale, un altro momento ricco e interessante di questa splendida giornata.

6°g.  31/12 Luang Prabang – Ventiane   
Si parte in volo per Ventiane, capitale del Laos, alle 7.50 con arrivo alle 8.45 (orari da confermare); qui si alloggia presso l’hotel Sabaidee Lao. Ventiane è tra la capitali più tranquille al mondo, una piccola città ancora a misura d’uomo edificata lungo una grande ansa del Mekong, che da questa regione e verso sud segna il confine con la Tailandia. Si visitano i siti principali con in templi di Wat Sri Muang, il più frequentato della città, Wat Sisaket, forse il più bello, e Phra Keo, il più antico; quindi Patuxai, memoriale per le vittime della guerra, e That Luang, il sito buddista più importante del Laos che si staglia su di un colle ai bordi della città.

7°g.  1/1 Ventiane – Wat Phou – Isola di Deng - Pakse
Si parte in volo al mattino presto per Pakse, l’orario (da confermare) 6.30 – 7.45. Giunti a destinazione ci si trasferisce in pulmino a Champasak, un paese poco più a sud sempre sulle sponde del Mekong che dista circa un’ora di guida. Da qui ci si reca alle vicine rovine di Wat Phou, uno dei siti più sorprendenti dell’estremo oriente risalente probabilmente V - VI secolo, che affascina anche per l’aria di mistero che tutt’ora lo pervade. Originariamente era un complesso templare dedicato a Shiva successivamente trasformato in tempio buddista; i re Khmer ne curarono la manutenzione fino alla caduta del loro impero. Dopo la visita si raggiunge l’isola di Deng sul Mekong, dove si pranza presso l’hotel La Folie; nel pomeriggio si esplorare a piedi l’isola e quindi si raggiunge la cittadina di Pakse, dove si alloggia presso l’hotel Athena.

8°g.  2/1 Pakse – Siem Reap (Angkor)  
Da Pakse ci si imbarca sul volo in partenza alle 8.25 per Siem Reap in Cambogia, dove si arriva alle 9.45 (orari da confermare). A destinazione si iniziano le visite delle grandiose rovine di Angkor; l’area archeologica è molto vasta, di estremo interesse, e  nell’arco di questi due giorni si visitano tutti i siti principali nei dintorni. Si alloggia presso l’hotel Casa Angkor.

9°g.  3/1 Siem Reap (Angkor)  
La sequenza delle visite viene decisa in loco scegliendo gli orari migliori. Tra le visite più importanti ci si reca a Bantey Srei, la Cittadella delle Donne, stupendo edificio Khmer del X secolo, e ai templi principali di Angkor Wat, Ta Phrom, Bayon, Preah Kan.

10°g.  4/1 Siem Reap (Angkor) – Kampong Khleang – Kompong Thom  
Si lascia Angkor arrivando al lago di Tonle Sap, il più grande della Cambogia, che si esplora utilizzando una barca, potendo così osservare la vita che si svolge su queste acque tra pesca e allevamenti ittici e di coccodrilli; si visita il villaggio su palafitte di Kampong Khleang. Si prosegue il viaggio verso sud est per Kompong Thom, dove si alloggia presso il Sambor Village. Nel pomeriggio ci si reca a visitare le rovine Khmer di Sambor Prei Kuk, un sito del VII secolo che storicamente precede Angkor. L’area archeologica contiene 3 complessi templari e, ancora immersi nella giungla che la circonda, è stato individuato un vasto numero di templi minori.

11°g.  5/1 Khampong Thom – Phnom Penh   
Si prosegue il viaggio verso sud per Phnom Penh, capitale della Cambogia, che dista circa 4 ore di guida; si alloggia presso l’hotel Royal Inn. Giunti in città ci si reca a visitare il Museo Nazionale, il Palazzo Reale e la Pagoda d’Argento; si gode del tramonto da una barca sul Mekong.

 

Laos - Amitaba Laos - Amitaba Laos - Amitaba

 

Per chi rientra:

12°g.  6/1 Phnom Penh – Bangkok e volo di rientro
Utilizzando i riksho si effettua una visita della zona centrale della città, per averne una visione d’insieme; ci si reca al Museo del Genocidio e al “mercato russo” per qualche ultimo acquisto. Il volo della Bangkok Airlines per Bangkok parte alle 15.40 con arrivo alle 16.50; qui ci si imbarca sul volo di rientro.

13°g.   Lunedì 7 gennaio, arrivo a destinazione

 

Per chi prosegue:

12°g.  6/1 Phnom Penh – Bangkok – Koh Samui  
Utilizzando i riksho si effettua una visita della zona centrale della città per averne una visione d’insieme; ci si reca al Museo del Genocidio e al “mercato russo” per qualche ultimo acquisto. Il volo della Bangkok Airlines per Bangkok parte alle 15.40 con arrivo alle 16.50. Da qui ci si imbarca sul volo per Koh Samui alle 20.15 con arrivo alle 21.45 (orari da confermare). Si alloggia presso l’hotel Ibis Samui Bophut.

13°g.  7/1 Koh Samui – Koh Tao  
Ci si trasferisce all’imbarcadero per prendere il traghetto che porta all’isola di Koh Tao, dove si alloggia presso l’hotel Dusit Buncha resort. Quest’isola è caratterizzata dall’eccezionale bellezza dei fondali, ottimi per il nuoto pinnato e per le immersioni subacquee; è un luogo tranquillo con poche strade, dove è bello anche passeggiare sui sentieri dell’isola.

14°g. – 17°g. (8 - 11/1) Koh Tao  
Soggiorno di relax.

18°g.  12/1 Koh Tao – Kho Samui – Bangkok e volo di rientro  
Si torna in traghetto a Koh Samui dove ci si imbarca sul volo per Bangkok alle 15.05 cona rrivo alle 16.35 (orario da confermare); qui qui ci si imbarca sul volo di rientro.

19°g.   Domenica 13 gennaio, arrivo a destinazione

 

Chiudi ×